Sensazioni.

Mi affido alle mie sensazioni.

Mi lascio travolgere da ciò che:

sento, avverto, percepisco.

 

Le sensazioni non sbagliano,

Mai.

 

BB3A4052-110C-4DC9-87F2-231B57DC75CA.jpeg

-SIMONA

Annunci

Genitori Moderni…

Definizione di genitori moderni: specie che non si rende conto del dovere/diritto che ha di responsabilizzare, educare, civilizzare una vita , nonostante molti di essi siano stati educati al buon senso.

Ma quanta rabbia mi fa vedere bambini di 2/3 anni … con un tablet in mano ?

Vederne un altro di 5 incollato ad una play-station?

Quanta tristezza mi trasmettete voi genitori moderni che al posto di raccontare una storia a vostro figlio, facendo ascoltare il suono della vostra voce .. avviate una musica stupida su YouTube ?
Siete tutti bravi .. dopo 10/12 anni a lamentarvi per la generazione inutile che vi circonda !

Ma vi siete mai chiesti il perché ??

Qua tutto va a scatafascio a causa di questa tecnologia che ha sostituito ogni ricchezza della vita: Una fotografia si sostituisce a uno sguardo , un messaggio a una lettera scritta di proprio pugno , una emoticon a uno stato d’animo!
Voi genitori siete la base !! E se in primis voi educate i vostri figli a questa tecnologia che blocca totalmente il cervello , facendo credere che sia giusto avere tutto subito e senza sforzo ! Ma di cosa vi lamentate ??
Educateli a correre , fare sport , divertirsi!
Educateli a rispettare l’ambiente e le persone .
Educateli al valore della famiglia , dell’amore , dell’onestà .
Educate i vostri figli all’arte, alla lettura, alla melodia ,sin da piccoli.
Educateli a sviluppare l’intelligenza, la creatività, l’ingegno.
Create una persona valida per il futuro , utile nel sociale.
Istruiteli.. nell’ascoltare un telegiornale .. Nel capire quanto sia importante l’etica …
Io non sono un genitore .. ho solo 22 anni .. ma sono una donna che osserva … e mi sento di dirvi queste parolw . Non sono una madre , non so neanche se lo sarò mai … so soltanto che crescere un bambino/a è una responsabilità … vuol dire istruire un uomo/donna del futuro .. Voi genitori moderni avete in mano questa responsabilità e mi dispiace dire che molto di voi stanno fallendo .
Quando toccherà a me , farò il possibile per non fallire.

SIMONA.

56292F7D-1743-49F2-8956-EA7B44749494

80% .

Ah no … non temete! I miei articoli parlano d’amore, sentimenti, sensazioni ..non di statistiche, calcoli e numeri . Ma , per il titolo di questo articolo non potevo utilizzare delle lettere poichè il numero definisce meglio .. ciò che leggerete.

Si dice che gli uomini , scelgano donne che somiglino alla madre! Fisicamente o caratterialmente poco importa , l’importante è che abbiano dei tratti, valori, aspetti , caratteristiche uguali alla donna che li ha cresciuti . E se ci si ferma un attimo a pensare , il più delle volte è davvero così .

Questa osservazione però , è stata fatta solo sugli uomini che ,essendo particolarmente legati alla madre , rispettano il più delle volte questa “leggenda”.

Ma vogliamo parlare delle donne ?

Ebbene , da donna vi garantisco che lo stesso vale per noi . Noi donne , siamo attratte da uomini che, anche lontanamente, abbiano delle caratteristiche affini ai nostri padri . Perché si sa , la madre per il figlio maschio , è tutto ! Il padre, per la figlia femmina ,è il primo grande amore.

Dunque , avendo avuto un padre con capelli scuri o chiari , una donna sceglie accanto a se ,appunto, un uomo che magari gli somigli fisicamente .. o che sia esuberante/timido a seconda della situazione ..

Bene lettori.. a questo punto voglio spiegarvi cosa , invece ,è successo a me .

Circa due anni fa mi sono innamorata di un uomo che ha stravolto la mia vita . Il mio blog Resilienza è pieno di articoli di amore/odio (ossimoro importante e dove trovarlo) dedicati a lui dunque avrete capito , più o meno ,l’importanza che assume nella mia vita .

Ma, riallacciandomi all’introduzione narrata .. Voglio dirvi che mi definisco esempio palese di questa leggenda .. anzi di più ! Non ho scelto un uomo che lontanamente somigli a mio padre.. L‘ho scelto somigliante almeno per l’80%. Vi spiego in cosa ..:

Nei gesti … Quando mangia la pizza la taglia esattamente come faceva lui … Beve le stesse cose che beveva lui …

Nelle parole … Mi racconta le cose con la stessa semplicità con cui faceva lui .. Ha le sue stesse passioni..

Nei modi … Mi stringe le mani allo stesso modo .. Gioca con i miei capelli…Mi abbraccia stringendomi forte a sè. Mi rende partecipe di ogni sua decisione , parliamo di tutto .

Fisicamente ... Con le mani … mani grandi ,orologio fisso al polso . Labbra …carnose ! Stesso numero di piede … sorrisone smagliante .

Caratterialmente … Non esprime continuamente ciò che prova o meglio…non con tante parole ma più con i gesti ! Frasi come “sei bella “e sdolcinerie varie le sento raramente .. però poi ,mentre sono distratta mi dice delle frasi stupende ma soprattutto meno scontante .. oppure mi aggiusta i capelli sorridendo e guardandomi con amore immenso .. insomma , come ha sempre fatto mio padre con mia madre . Inoltre .. È permaloso, egocentrico , rassicurante , fiero, geloso.. proprio come lui.

Con le attenzioni … Mi chiede continuamente: “Hai mangiato?”. Mi prende in braccio , mi fa sentire protetta … Mi stringe il viso e me lo riempie di baci .. .

Insomma , che aggiungere ? Penso di essere stata dettagliata. Potrei aggiungere altre mille cose ,però le tengo per me.

Purtroppo mio padre , è venuto a mancare 3 anni fa .. Mi sarebbe davvero piaciuto dimostrare con fatti concreti ciò che giorno dopo giorno noto in lui , che a sua volta si riflette in ciò che è stato mio padre .

Sono una persona che ama i dettagli … e vi consiglio di osservarli , perché sono in grado di dare risposte o di svelare piccolezze .. che all’apparenza sono impossibili da notare ! Rendono l’esistenza migliore , degna di essere vissuta.

È come se ,3 anni fa , mio padre avesse lasciato la mia mano , e lui l’avesse stretta forte .

SIMONA.

E allora … No!

E allora …No !

Se mi devo accontentare delle bugie ..

della falsità …

Dei gesti ,scorretti, nascosti ..

Dei ,troppo, pochi attimi di felicità ..

Delle ipocrisie..

Della scorrettezza innata ..

Della perdita di fiducia ..

Del ricevere niente ,

Delle delusioni ,

Delle illusioni ,

Del ricevere ansia e stress continuo ,

No.

Io ci rinuncio

Non ci sto .

Preferisco stare sola ,

Con dignità ,

Chiarezza

Limpidezza

Piuttosto che accettare

Menzogne .

Non posso pensare che sia così ..

Che sarà così ,

Con chiunque !

Vuol dire che la mia scelta

È stata sbagliata

Fino ad adesso ,

E io non l’accetto

Io non ci sono più .

-SIMONA.

COME STAI ???

Avete mai pensato… Quanto sia difficile chiedere a qualcuno Come sta?

Ormai è diventata una domanda senza valenza, penso sia palese a tutti .

Con risposta altrettanto inutile ,quasi automatica , seguita da un ulteriore contro-risposta( per accentuare il grado di ipocrisia ) costituito da un sorrisino più falso dei soldi del Monopoli.

E si, è proprio una domanda senza valenza ,alla quale si risponde senza pensarci con un : “Bene e tu” , oppure un “Apposto e te ?” ..

Qualche drastico/impavido/temerario , definitelo come più preferite,  ha anche il coraggio di rispondere : “Male” …. E come risposta sapete cosa ottiene??  Una risata frastornante.. !! Ma si , di quelle come quando si ascolta una barzelletta.

Il mondo va a rotoli … non ce ne rendiamo conto . E sapete perché?

Ormai è molto più semplice rispondere automaticamente a una domanda del genere… Perché alla persona alla quale viene posta la domanda, scatta subito in testa un pensiero personale composto da 7 parole : Come se gli/le importasse davvero come sto. 

Ma perché si… se importasse davvero non si chiederebbe nello stesso momento in cui ci si saluta di sfuggita tra la folla o mentre si corre sulle scale perché tra un’ora si ha la lezione . No …. 

Ma se ci soffermassimo un attimo a pensare…  in fondo chi siamo noi per dover dire quanto stiamo bene o quanto stiamo male ? Quante mancanze abbiamo sul cuore ? O quanto si vorrebbe vedere/sentire qualcuno, baciare qualcuno, Chi? …

Probabilmente Nessuno

Chi ci tiene a noi … al nostro stato fisico/mentale … non approfitterebbe degli attimi lesti, fuggitivi per porre una domanda così importante.. Preferirebbe guardarci negli occhi mentre si è seduti/e a un bar, su una macchina, sulle scale , ovunque insomma(dove non si può scappare) … e guardandoci aggiungerebbe un: E allora ? Che succede?

Ma lo so… Chiedere  “Come stai?”  Nel 2018 è qualcosa che terrorizza. Chiedere a un professore se riceve il Martedì piuttosto che il Giovedì lo è .. figuriamoci quanto lo sia dover analizzare un sentimento, emozione, una paura, un pensiero… 

A ma non temete .. perché non è finita qui.

Io ad esempio ,faccio parte di quella categoria di persone alla quale , nemmeno si chiede la stupida domanda, e sapete perché? Perché hanno paura della risposta. E non perché la mia risposta sarebbe scortese … ma perché sanno , che se dovessi dire davvero come sto, cosa penso.. probabilmente non saprebbero neanche cosa dirmi . Sanno che me la cavo da sola .

Ma , in realtà, non è sempre così. 

Certo, sono fiera di aver creato questo scudo .. Questo senso di indistruttibilità che mi avvolge.. anche perché odio la commiserazione ..

Ho un carattere determinato ma non l’ho per doti divine , l’ho perché lotto tutti i giorni , e mi tengo stretta la determinazione. 

Mentre voi state a piangervi addosso per cose futili , io mi alzo la mattina e mi faccio il culo (perdonate il francesismo) per ottenere tutto ciò che voglio, ciò che desidero

Anche ,a volte, cose irrealizzabili , cose che non dovrei volere!

Sto ferma solo se non voglio una determinata cosa, caso contrario non mi ferma nessuno.

comestai

-SIMONA. 

BRINDO(FISICAMENTE) SENZA TE PAPA’….

A mezzanotte compirò 22 anni .. e tu sarai con me …

Sarai nel mio sorriso , sarai nei miei gesti , sarai intorno a me .

È il mio terzo compleanno senza te papà

Senza te che ora dopo ora mi dici quanto tempo manca alla mezzanotte , senza te che mi guardi dicendomi: “Ma sei fatta vecchia te ne rendi conto ?” .

Senza te che mi dai un bacio e mi stringi forte .

La mancanza c’è , è troppo forte ed è incolmabile . So che vorresti vedermi spensierata , felice … e ti prometto che mi sforzerò nell’esserlo più che posso .

Un giorno, all’età di 13 anni, mi hai guardata esclamando : “Sappi che tuo padre per te ci sarà sempre ! Basta che mi chiami e io volo da te .”
Be … non potrò chiamarti telefonicamente .. ma sono sicura che volerai da me .

Ti amo , sei la mia rosa blu .💙🌹

papà manchi

-SIMONA.